Udu Firenze Sinistra Universitaria si è impegnata fin dalla sua fondazione per garantire un’efficace servizio di trasporti urbani. Abbiamo proposto all’Assessore per il Diritto allo studio Monica Barni e all’Assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli il 12 febbraio 2018 la nostra proposta originaria che ha visto la sua realizzazione successivamente, nelle ultime settimane di luglio. Abbiamo lavorato instancabilmente frequentando tavoli di lavoro e finalmente siamo riusciti a coordinare Comune di Firenze, Regione Toscana, Università degli studi di Firenze e l’Azienda Trasporti dell’Area Fiorentina (ATAF). Il risultato è l’abbonamento “Venvia” che sarà distribuito a fine ottobre insieme alla Tessera “Studente della Toscana”.

L’articolo de La Repubblica: “Nardella rispondici”, l’idea di mobilità secondo gli universitari di Firenze

Il video promozionale girato e diffuso dall’Unione degli Universitari

Quasi tutte proposte avanzate sono state approvate, riuscendo in un risultato unico: lo studente fiorentino potrà viaggiare per un anno intero pagando solo 48€ (prima pagava 185€). Gli studenti che risultano vincitori della Borsa di studio e posto alloggio invece sono esonerati e usufruiranno del servizio gratuitamente. Ovviamente, per chi ritenesse non utile sostenere questa spesa, l’Ateneo offre anche la possibilità di rifiutare il servizio (senza possibilità però di tornare indietro). L’abbonamento coprirà tutte le destinazioni raggiunte dagli autobus ATAF e dalla tramvia. In più tutti i viaggi in treno che riguardano l’area metropolitana sono incluse (compresa Zambra). Siamo riusciti inoltre, dopo la messa in funzione della tramvia che collega il Polo del Morgagni al centro, a intensificare gli autobus nei poli distaccati tra i quali quello di Calenzano e Sesto Fiorentino, ai quali sono state aggiunte due linee in più.
La proposta però è perfezionabile: infatti ci stiamo impegnando affinché venga garantito un’autobus notturno che accompagni gli studenti dai poli universitari (sopratutto quello di Sesto Fiorentino) in centro e viceversa. Abbiamo chiesto al Comune un impegno inizialmente per il weekend, da estendere successivamente a tutti i giorni della settimana.

La risposta del Sindaco Dario Nardella agli studenti dell’UDU

Attualmente come UDU Firenze Sinistra Universitaria siamo impegnati ad estendere l’abbonamento fiorentino anche agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, all’ISIA e al Conservatorio Luigi Cherubini. Riteniamo che per gli studenti fiorentini non ci debba essere nessuna disparità di trattamento. Inoltre siamo al lavoro insieme alla Rete degli studenti medi di Firenze affinché venga trovata una soluzione anche per loro.

 

Come avete la Tessera “Studente della Toscana” e l’abbonamento Venvia?

Per poter ricevere la carta è indispensabile che lo studente carichi la propria foto formato tessera sul profilo personale nei servizi online (cliccando su “Aggiorna dati”, all’interno del menù “Link utili”) secondo le seguenti istruzioni (pdf).

La carta sarà consegnata agli studenti secondo modalità che verranno indicate in questa stessa pagina, indicativamente nel periodo dal 24 settembre al 31 ottobre, a seguito dell’avvenuto pagamento della prima rata delle tasse universitarie a.a. 2018/19.

A cosa serve?

La carta dello studente è una tessera regionale, personale, valida come documento di riconoscimento all’interno dell’Ateneo e può valere, previo pagamento del contributo di 48 euro – salvo esenzioni, come titolo di viaggio per i mezzi pubblici urbani dell’area fiorentina a partire dal giorno successivo alla consegna al 31 ottobre 2019. Il pagamento del contributo di 48 euro comprende gli ulteriori servizi che saranno attivati in collaborazione con gli atenei toscani e con la Regione.

Dove ritiro la mia Carta studente della Toscana e a partire da quando?

Per gli studenti iscritti ai corsi di laurea triennale, magistrale e a ciclo unico la tessera sarà ritirabile da fine settembre ,dopo aver perfezionato l’immatricolazione/rinnovato l’iscrizione, versato la prima rata delle tasse comprensiva del contributo di 48€ – salvo esenzioni, ricevuta la mail di conferma nella quale sarà indicato il collegamento al sistema di prenotazione appuntamenti per il ritiro della card in uno dei puntidisponibili.

Per gli studenti iscritti a Dottorati, Master, Scuole di Specializzazione, Corsi di perfezionamento, aggiornamento professionale, pf24, Corsi singoli, Erasmus incoming le modalità di ritiro saranno rese note in seguito.

Chi può usufruire del servizio del trasporto pubblico nell’area urbana fiorentina con la nuova carta?

Possono usufruire del servizio di Trasporto Pubblico Locale (TPL) urbano di Firenze (autobus di linea, tramvia, collegamenti ferroviari urbani) gli studenti immatricolati o iscritti per l’a.a 2018-2019 a corsi di laurea triennale, magistrale, specialistica, magistrale e specialistica a ciclo unico e vecchio ordinamento.Sono esclusi gli studenti iscritti a Dottorati, Master, Scuole di Specializzazione, Corsi di perfezionamento, aggiornamento professionale, pf24, Corsi singoli, Erasmus incoming.

Come posso usufruire del servizio del trasporto pubblico nell’area urbana fiorentina con la nuova carta?

Per usufruire del servizio TPL basterà il contributo di 48€ – salvo esenzioni. L’importo dovrà essere versato con ilpagamento della prima rata, che comprende tale contributo. Il contributo, una volta versato non è più rimborsabile. 

Cosa devo fare se non desidero usufruire del servizio di Trasporto Pubblico?

Se non desideri usufruire del servizio TPL con l’agevolazione della carta studente della toscana, prima di pagare la prima rata comunica via e-mail, scrivendo dalla tua casella istituzionale @stud.unifi.it, all’indirizzo cartastudente(AT)unifi.it la volontà di non aderire, indicando in oggetto “RINUNCIA SERVIZI”, allegando il modulo.
Gli uffici emetteranno un bollettino senza il contributo di 48€ per pagare la prima rata. Gli studenti che non aderiscono al servizio al momento del pagamento della prima rata non potranno più aderire per tutto l’anno accademico.

 Chi è esonerato dal pagamento?

Possono accedere ai servizi, compreso il TPL, e usufruire dell’agevolazione senza dover pagare il contributo di 48€:

  • gli studenti aventi diritto alla borsa di studio erogata da DSU
  • gli studenti “attivi e regolari” che, ai sensi del Manifesto degli Studi 2018/19 (paragrafo 12.1.2), abbiano presentato la dichiarazione ISEE con un valore massimo di 15.000 euro, sono esonerati dal pagamento dei 48 euro che sarà a carico del DSU
  • gli studenti disabili con disabilità uguale o superiore al 66%
  • gli studenti iscritti a corsi di laurea triennale, magistrale a ciclo unico, magistrale, specialistica a ciclo unico, specialistica dell’Ateneo fiorentino residenti, o le cui famiglie di origine (padre–madre) erano residenti dal 24 agosto 2016 al 15 dicembre 2016 in uno dei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016;
  • gli studenti provenienti dai Paesi in via di sviluppo definiti annualmente con decreto ministeriale;
  • gli studenti stranieri che hanno una borsa di studio del Governo italiano nell’ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo e degli accordi intergovernativi culturali e scientifici e relativi periodici programmi esecutivi;

Se pago la prima rata delle tasse in ritardo?

Può aderire al servizio TPL anche chi paga la prima rata in ritardo e chi si immatricola oltre i termini, versando i dovuti oneri e more per le tardive iscrizioni. Attivando in ritardo il servizio, lo studente perde giorni o mesi di libera circolazione sul TPL che non saranno recuperabili.

 Per quanto tempo rimane valido il titolo di viaggio?

Il titolo di viaggio sarà utilizzabile dal giorno successivo al rilascio della cardL’ultimo giorno utile per usufruire del titolo di viaggio sarà il 31 ottobre 2019. Dal giorno successivo il servizio sarà scaduto per tutti gli studenti.

 Come funziona il processo di rilascio della Card?

processo carta studente

In caso di furto o smarrimento ?

In caso di furto o smarrimento della Carta lo studente è tenuto a comunicarlo tempestivamente all’Ateneo scrivendo dalla sua casella istituzionale @stud.unifi.it, all’indirizzo cartastudente@unifi.it. L’Ateneo provvederà a comunicare i dati di tale Carta e del titolare alle parti che gestiscono i servizi di rispettiva competenza al fine di disattivare l’erogazione di questi servizi ed emettere una nuova card.

A chi posso rivolgermi per fare un reclamo?

Eventuali reclami possono essere presentati tramite all’indirizzo e-mail cartastudente@unifi.it

La vecchia student card e il vecchio libretto cartaceo?

Non devono essere restituiti all’Ateneo. Anche chi è già in possesso della vecchia student card o del libretto cartaceo, deve ritirare la nuova tessera regionale dello Studente, caricando sul proprio profilo personale, tramite i servizi online, la propria foto, qualora non lo avesse ancora fatto.

Penso di laurearmi entro aprile 2019, come funziona la Carta nel mio caso?

  • Per usufruire del servizio TPL il laureando deve rinnovare l’iscrizione 2018/19 con la prima rata e il contributo di 48€. Se si laurea entro aprile 2019 (a.a. 2017/18), come da Manifesto, riceverà il rimborso tasse tranne il bollo. Non riceverà il rimborso del contributo di 48€ ma continuerà a beneficiare dei servizi fino alla naturale scadenza dell’abbonamento (31 orttobre 2019)
  • Se non rinnova l’iscrizione all’a.a. 2018/19 e non paga il contributo di 48€ non usufruirà del servizio. Se non si laurea entro aprile dovrà rinnovare l’iscrizione all’a.a. 2018/19 entro il 24 aprile 2019 e, pagando il contributo di 48€, potrà usufruire del servizio TPL 

Cosa succede se dopo aver fatto domanda di borsa di studio DSU, non risulto tra i vincitori?

Se dalla graduatoria definitiva (solitamente pubblicata l’1 dicembre di ogni anno) non risulti vincitore sarai chiamato a pagare la prima rata 2018/19 entro il 28/12/2018. Avrai la possibilità di aderire o meno al servizio TPL derivante dal contributo di 48€.

Cosa succede a chi fa domanda di trasferimento in un altro Ateneo?

Se paga la prima rata iscrivendosi all’a.a. 2018/19 e aderisce al servizio TPL pagando i 48€ ottiene, se fa domanda di trasferimento entro i termini, il rimborso di tasse e contributo onnicomprensivo escluso il bollo. Non riceverà il rimborso del contributo di 48€ e non potrà più usufruire del servizio TPL.

Se non rinnova l’iscrizione per l’a.a. 2018/19 e quindi non paga il contributo di 48€ non avrà la card e i relativi servizi.

Se rinuncio agli studi o se vengo sospeso?

Se paghi la prima rata iscrivendoti all’a.a 2018/19 e aderisci al servizio TPL pagando i 48€, in caso di rinuncia/sospensione non riceverai il rimborso del contributo di 48€ e non potrai più usufruire del servizio TPL.

Hai dei suggerimenti? Vuoi altre informazioni riguardo l’abbonament0? Contattaci all’indirizzo venvia.mobilita@gmail.com.